Vaghe Stelle, un amore adulto

 

Le scelte musicali di xplosiva coprono un ampio “parco gusti”.

Lo abbiamo visto l’ edizione passata con l’ house e garage di Caribou per passare alle sonorità oscure di Visionist per ripiegare poi al funk dei Jungle e così via.

Tuttavia traspare una tendenza alla “ricerca”. A scovare quell’ indizio che possa rivelare un’ acerba tendenza. Il prossimo punto di riferimento. Il nuovo centro di gravità.

Mentre le masse focalizzano l’ attenzione guidata dai riflettori, loro, dietro al riflettore, nascondono la perla in attesa che i tempi maturino.

 

x

 

 

In questi mesi ho imparato che le nuove sonorità hanno bisogno di tempo.

“Ci si fa l’ orecchio”. Inizialmente si ha la tendenza a rifiutarle. Non le si può tradurre, ne interpretare, di conseguenza vengono rimbalzate.

Chiaro.

Se ascolto musica lo faccio per piacere.

Però un attimo.

Il piacere della musica non riguarda solo la melodia.

La musica è anche curiosità. Stimolo. E’ seguire istinti inconsci.

 

vaghe2

 

“Vaghe Stelle”. Un amore adulto.

NON un colpo di fulmine. Anzi. Un conoscente antipatico, inizialmente. Parlo della mia esperienza personale.

“Chi? Vaghe Stelle?”.. “Che due coglioni ’sta musica concettuale!”… questo è quello che ho pensato per mesi.

Premetto d’ essere consapevole di una cosa:

per crescere, evolversi, bisogna saper RImettersi in discussione. Rivalutare. Senza timore di perdere credibilità.

La musica è arte e in quanto tale non ha dinamiche razionali. E’ fluida e in evoluzione.

Contro ogni mia aspettativa, per l’ ennesima volta, l’ effetto “farsi l’ orecchio” è stato evocato, ha fatto la sua magia e mi ha svelato ciò che non mi era dato sapere.

 

vaghe3

 

Al punto.

Vi dico che “Vaghe Stelle” è oro. Una mente da difendere. Da proteggere. Utile a chi ama chiudersi nel suono. Utile a chi deve sapere dove piegherà l’ ennesima tendenza musicale.

Ho il sentore che Daniele Mana quest’ anno evolverà da stella a buco nero, attirando a se molti esperti del settore e futuri followers.

 

Ancora una volta i cari amici nerd di xplosiva hanno visto oltre.

Bravo Daniele,

bravi xplosiva,

 

grazie ClubToClub!

About The Author

Reply