SONAR2015 – Autechre

Brown e Booth, si conoscono per interessi comuni a Manchester e formano il loro gruppo nel ’87.

La scena hip-hop influenza particolarmente la loro musica aiutandoli a materializzare la loro techno, che arrivava da Detroit proprio in quegli anni.

Gli Autechre escono con due EP nel ’91 ma cominciano a farsi conoscere l’anno dopo, partecipando alla compilation

“Artificial Intelligence”, insieme ad artisti come Apex Twin e Richie Hawtin.

Iniziano ufficialmente l’anno seguente la loro strada al successo con

“Incunabula”, che contiene “Basscadet”, il pezzo che li identifica maggiormente; nello stesso album c’è “Bike”, usata nella colonna sonora di “Gran Theft Auto IV”.

Sfornano un album all’anno fino al ’98, tra i quali “Trirepetae”, considerato un caposaldo dell’elettronica anni ’90, che chiude il loro periodo tech-ambient; nel ’98 l’album senza titolo conosciuto come “LP5” o “Autechre” che li apre alla sperimentazione e, non in ordine cronologico, “Anti” l’ EP denuncia contro un provvedimento “anti-rave” del Parlamento britannico.

Dal 2000 in poi il loro stile cambia radicalmente ma nel 2010 fanno un salto temporale a ritroso con “Oversteps”, ridando attenzione agli aspetti melodici.

About The Author